Vai al contenuto

Riprenditi il tuo tempo

La notte accompagna i miei pensieri.
La notte compone tra mille idee e mille domande quel che sarà,
quel che è stato.
Apatia nel giorno quasi ad archiviare o meglio dire, accantonare la risoluzione ad un qualcosa che sembra, non arrivare.
Pensieri e parole aleggiano nella notte per poi svanire alle prime luci dell’alba.
Il nuovo giorno è di nuovo alto e tenui raggi di luce, riscaldano la stanza nella sua penombra.
Piccoli preparativi per affrontare il nuovo giorno dedichi ad altri ma, nella mente tua, alcun pensiero si fa avanti ad eccezione della non curanza dell’esterno.
I giorni scorrono e con esso il tempo perduto nel dolce far niente.
Notti insonne ed attenzioni mancate.
Attendi che l’attimo ti proponga di coglierlo ma tu, non vedi il suo richiamo; non rincorri il suo fuggire.
Scorre tra le pagine di un giornaliero,
ancora un’altro giorno e poi un’altro, ed un’altro ancora.
La voglia, imprigionata in te grida il suo volete, bussa alla tua porta,
ma lieve è il suo tocco.
Imprigionata dentro mura di cristallo fragili nello scalfire ma dure nel distruggere.
Apatia della primavera dunque? Stallo del momento allora?
Tu che conosci te stesso abbi la forza di reagire.
Armati di volontà e di fiducia.
Scendi in campo con la tenacia posseduta un tempo che oggi, sembra svanita.
Armati di corazza e scudo.
Galoppa verso l’ignoto non fermati ma, galoppa.
Quotidianità vigliacca che intaccato ha il tuo spirito.
Lascia libera quest’anima per mete future.
Lascia vivere le novità con entusiasmo e voglia.
Abbonda questo corpo comandata da una mente offuscata.
Tu mente, ora non più lucida,
non più fertile ed attiva ma,
statica ed offuscata dal nulla;
quel nulla che hai sempre represso, quel nulla con cui hai sempre lottato per non fermarti mai.
Alzati Lazzaro e riprenditi la tua vita.
Dona ancora al tuo tempo
attimi colmi di una vita serena,
attiva e nuova.
Guarda dal vetro di quella finestra dove ogni mattina quel raggio di luce ti sveglia e, illuminati con esso.
È tempo di correre perché,
chi si ferma è perduto.
È tempo di reagire.
È tempo di dire no a quello che non va più bene.
È tempo di riprenderti quello che era tuo e che ora,
hai lasciato ne dimenticatoio.
Onora quello che eri,
quello che sei ancora e che hai trascurato.
Riprenditi la tua serenità,
la tua voglia di fare,
la tua allegria,
le tue passioni.
Scostati dal quel limbo che fino ad ora hai toccato e vissuto.
Lasciati dietro le spalle il tutto e svegliati dal letargo.
Tu sei,
tu vuoi,
tu puoi.
Riprenditi la tua vita perché nessuno potrà donartela ancora.
Riprenditi il tuo futuro e vai avanti

Annunci
Pubblicato da Viviane Mattozzi - BrasItalia in 15/05/2013

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Nota: il codice HTML è supportato. L'indirizzo email non sarà mai pubblicato.

Feed dei commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: